Psicologo, Psicoterapeuta, Psichiatra?


Psicologo, Psicoterapeuta, Psichiatra?

E’ una domanda che ci siamo fatti spesso, anche io prima di intraprendere la mia carriera; e dopo mi è capitato spesso di poter rispondere alla curiosità di mi sapeva quale era il mio lavoro.

Non sempre è facile trovare le parole giuste che permettono di capire in maniera immediata le differenze e le competenze. La prima cosa che cosa che differenzia Psicologo e Psicoterapeuta dallo Psichiatra è il percorso di studi: i primi due dopo le scuole superiori affrontano nel percorso universitario la facoltà di Psicologia (ad es. l’ateneo fiorentino) mentre per lo Psichiatra il cammino è attraverso la facoltà di Medicina e Chirurgia (ad es. l‘ateneo pisano) ed è quindi un medico.

Quello che accumuna tutti e tre è il campo si studi che riguarda la salute mentale ed i disturbi psicopatologici (disturbi come la Depressione, l’ansia, la psicosi…) e quello che avvicina Psicoterapia e Psichiatria è la possibilità della cura, riservata solo a queste due figure.

Chi è lo Psicologo?

Lo Psicologo è un professionista che come detto ha conseguito la laurea in psicologia e dopo un anno di tirocinio ha superato l’esame di stato per l’iscrizione all‘albo nazionale.

Come dice l’articolo 1 della L.56/89: “La professione di Psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito”.

Quindi uno psicologo è abilitato a usare strumenti per la diagnosi in ambito psicologico, per il sostegno e la formazione alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità in vari ambiti come quello clinico, scolastico, aziendale, sportivo, di comunità ed altro.

E’ un professionista iscritto ad un albo e ad un ordine (è possibile controllare gli iscritti) con conoscenze e capacità in ambito di salute e benessere mentale, dinamiche relazionali, di gruppo, team bulding ed altro a seconda delle specializzazioni.

Può lavorare in ambito clinico nel privato o nel pubblico, in aziende ed enti, ed è possibile rivolgersi a lui per un disagio, una necessità, una problematica personale, lavorativa, aziendale, sportiva…

Chi è lo Psicoterapeuta?

Lo psicoterapeuta è un laureato in psicologia o in medicina che dopo la laurea ha affrontato un percorso, che di solito varia tra i tre ed i quattro anni, di specializzazione in psicoterapia in una scuola riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca (elenco delle scuole abilitate).

Con questa specializzazione e dopo comunicazione al proprio ordine il professionista viene abilitato alla cura del disagio e del disturbo mentale, attraverso una serie di tecniche e metodologie, che variano a seconda della scuola di riferimento, ma che si basano principalmente sulla relazione terapeutica o su specifiche tecniche applicative.

La frequenza del corso di specializzazione, la terapia personale obbligatoria durante la formazione, la supervisione da parte di terapeuti più esperti su i casi ed un continuo aggiornamento, permettono al professionista di offrire un servizio etico e di qualità ai clienti-pazienti.

Lo psioterapeuta è in grado di accogliere il disagio del cliente ed attraverso la relazione terapeutica, la competenza e le conoscenze tecniche, aiutare  il cliente a superarlo ed a migliorare la qualità della sua vita.

La terapia non soltanto per il disturbo psicopatologico, ma per aumentare il benessere della persona e la qualità della vita.

Chi è lo Psichiatra?

Lo psichiatra come detto prima è una medico che ha conseguito una specializzazione in psichiatria e può o meno aver fatto una specializzazione in psicoterapia.

In quanto medico è abilitato alla prescrizione di farmaci e il suo intervento sul disagio psichico si basa su un approccio di analisi sintomatica e di diagnosi che permette la prescrizione di una terapia psicofarmacologica.

In particolare, rispetto allo psicologia clinica, pur essendo entrambe in stretta relazione con il paziente o malato dal punto di vista della sintomatologia, la psichiatria è sovente maggiormente orientata verso l’identificazione del disturbo mentale o psicologico come derivante da un funzionamento anomalo a livello fisiologico del sistema nervoso. (per un piccolo approfondimento: Wikipedia!)

Psichiatra e Psicoterapeuta possono lavorare insieme? certo che sì! Il trattamento integrato non solo è possibile ma spesso è consigliato ed auspicabile! un approfondimento.

Post a comment

Simone Puccinelli - MioDottore.it